Cagnoline dal parrucchiere

CONSIGLI PER LA TOELETTATURA

In verità, la toelettatura è un’esperienza che al cane non piace proprio: a lui non interessa essere pulito e non capisce che bisogno c’è di subire un bagno, il phon, la spazzola, la pulizia di occhi e orecchie, il taglio delle unghie ecc. Per questo motivo è necessario abituare il nostro amico peloso fin da cucciolo, facendogli vivere questa esperienza come un gioco piacevole e sfruttandolo per rafforzare la vostra sintonia.

Se non vi sentite in grado di svolgere queste attività, potere portare il vostro fedele amico in un centro specializzato nella toelettatura cani, ma bisogna tenere presente che il cane la percepisce sempre un posto pieno di odori e rumori molto fastidiosi. Anche in questo caso l’ideale è iniziare a portarcelo fin da cucciolo, facendogli vivere l’ambiente ostile come “momento di socializzazione”.

In questo articolo trovate alcuni consigli per una buona toelettatura.

Accorgimenti

Bisogna essere in grado di governare il cane, essere decisi ma gentili e lasciare che il cane si fidi di noi. Anche con l’aiuto di qualche crocchetta.

E’ bene dotarsi di un tappeto antiscivolo così che, maneggiando tu delle forbici, sia stabile nel poter operare sul cane, oltre a pettini e spazzole, sia chiaro.

Taglio delle unghie

Se ne ha bisogno, fallo prima del bagno. In questo modo, non ti graffierà accidentalmente qualora si agitasse o fosse irrequieto.
Dotati di un tagliaunghie per cani, che sia specifico per la doppiezza delle loro unghie e anche di una potente museruola. Questo è il passaggio più difficile: anche il più paziente dei cani non ha mai voglia di farsi fare il pedicure. Taglio unghie del cane
Non tagliare troppo le unghie del cane. Capita di tagliare la carne viva, il che può causare sanguinamento e infezioni. Se non sei sicuro di come fare, molti toelettatori e veterinari lo possono fare a un costo contenuto.

          

Vasca bella ampia

Bisogna avere una vasca adeguata e comoda che si adatti alla taglia del tuo cane. Acqua tiepida sul fondo ma se al cane non piace stare in acqua a mollo meglio non forzarlo e dotarsi di un secchiello pieno di acqua tiepida con cui bagnarlo man mano.

Cane nella tinozza

PreLavaggio

Scegli uno shampoo adeguato,  uno shampoo delicato formulato per cani è preferibile. Cerca un prodotto che abbia un pH neutro, intorno a 7.  Evita le fragranze e i coloranti artificiali, perché possono irritare la pelle del cane.  Lo shampoo all’avena è una buona scelta di base per la maggior parte dei cani. Se non sai bene che cosa usare, è un prodotto sicuro con cui iniziare. Alcuni shampoo possono aiutare a prevenire le infestazioni da pulci. Scegli un prodotto contenente piretrina, piretrum o olio essenziale di agrumi.
Spazzola accuratamente il pelo prima di lavarlo. Questo è particolarmente importante se ha un mantello folto, irsuto o doppio. Assicurati di sciogliere tutte le ciocche annodate o intricate.
Se ha delle zecche, sarebbe meglio che le rimuova un veterinario, ma puoi anche eliminarle da te.
Se il cane presenta delle sostanze appiccicose (come pittura, catrame, resina di pino) attaccate al pelo, strofinalo con della vaselina o un olio vegetale e lascia in posa per 24 ore. Potrebbe andare bene anche del detersivo liquido per piatti.


     

Cotone nelle orecchie

Prima di iniziare con lo shampoo infila nelle orecchie del cane un po’ di cotone idrofilo. Questo passaggio è importante perché molti cani potrebbero avere problemi con l’acqua, potrebbero sviluppare fastidiose otiti o qualche dermatite (la pelle interna del loro orecchio è molto sensibile).

Cotone nelle orecchie del caneAttenti anche a occhi e bocca e ad usare una spugnetta differente per il sotto coda. I batteri lì sono tanti e possono causare infezioni se a contatto con il viso del cane.

Lavaggio

Imposta la temperatura giusta. Proprio come gli esseri umani, i cani sono sensibili all’acqua calda. Controlla la temperatura prima di fargli il bagno. Dovrebbe essere tiepida, ma non bollente. Dell’acqua troppo fredda può farlo rabbrividire, il che è particolarmente pericoloso per i cuccioli.
Se lo lavi in un lavandino o una vasca, riempila in modo che l’acqua tiepida arrivi alle ginocchia del cane.

Bagna il corpo del cane con l’acqua. Non è raccomandato lavare la testa o il muso, altrimenti l’acqua può finirgli nelle orecchie e lo shampoo causare pizzicore agli occhi. Invece, bagnalo dal collo in giù. Assicurati che il pelo sia ben impregnato. Questo passaggio può richiedere del tempo per i cani dal mantello particolarmente folto.

Bagnare il cane con doccettaSe hai una pompa per innaffiare o una doccetta, usala per bagnare il cane. Assicurati che la pressione dell’acqua non sia troppo alta, altrimenti potrebbe spaventarlo. Se usi un secchio o una caraffa per bagnare il cane, assicurati di non versare l’acqua sulla testa. Esistono anche doccette rimovibili che puoi collegare al soffione della doccia o al rubinetto. 

Applica lo shampoo. Se il pelo del cane è molto folto o lungo, ti conviene diluire il prodotto con l’acqua in un bicchiere piccolo. In questo modo, puoi ottenere una schiuma omogenea sul pelo. Per i cani a pelo corto, basta versare una striscia di shampoo lungo il corpo. Massaggialo sul mantello.
Applicare lo shampoo al caneNon devi usare un panno o una spugna per applicare lo shampoo. Infatti, è meglio utilizzare le mani per creare la schiuma. In questo modo, puoi esaminare la presenza di segni insoliti sul corpo del cane, come protuberanze o infiammazioni.
Non applicare lo shampoo sul muso o la testa del cane. Se il muso è sporco, utilizza un panno inumidito per eliminare delicatamente lo sporco. Se il cane ha il pelo particolarmente lungo, massaggia lo shampoo in direzione della crescita. Questo previene che si annodi.

Asciuga, poi, prima la testa prima di risciacquare il resto del corpo. Il cane potrebbe essere scocciato dal viso bagnato e quindi agitarsi durante la pulizia del corpoAsciugacapelli mai troppo cocente, mi raccomando.

Lava il corpo del cane. Massaggia lo shampoo su tutto il corpo, testa esclusa. Crea la schiuma sulle ascelle, la pancia, la zona della coda e dell’inguine e le zampe. Lascia agire lo shampoo per il tempo indicato dalla confezione. Alcuni prodotti contengono leggeri repellenti per le pulci, e spesso devono stare in posa per una certa quantità di tempo affinché siano efficaci.Lavare il cane a mano

Pulisci il muso del cane. Se è sporco, utilizza un asciugamano inumidito per farlo. Non infilarlo nelle orecchie: possono bagnarsi troppo e questo può causare un’infezioneAlcuni cani soffrono di un’infezione cutanea sul mento chiamata “foruncolosi”, che si manifesta mediante brufoletti o protuberanze rosse. Se il tuo amico a quattro zampe ne è affetto, dovresti consultare un veterinario per sapere come lavare adeguatamente la zona. Potrebbe suggerirti uno shampoo o una pomata disinfettante. Se il cane presenta delle pieghe sulla pelle del muso, assicurati di usare un asciugamano per pulire i solchi tra di esse.Pulire il muso al cane

Risciacqua il cane finché l’acqua che scorrerà dal pelo non sarà trasparente. È importante eliminare tutti i residui di shampoo dal mantello del tuo amico a quattro zampe. Può volerci un po’ per farlo accuratamente, specialmente se il pelo è folto o doppio. Evitare di risciacquare appropriatamente il pelo può causare irritazioni cutanee e squilibri del pH.
Ricorda di non versare l’acqua sulla testa e il muso del cane. Se usi una caraffa o un secchio per il risciacquo, versa l’acqua in modo che scorra sulla schiena, non verso il muso. Evita di spruzzarla su di esso quando utilizzi una pompa o una doccetta.Risciacquare il cane

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pettina il pelo del cane.

Se ha un mantello molto lungo o irsuto, devi farlo mentre è bagnato per evitare che si annodi. Per facilitare il procedimento, puoi usare uno spray districante. Levriero afgano pettinato

            

 

Asciugatura

Se trovi un asciugamano in microfibra piuttosto assorbente, il procedimento sarà più veloce. Tuttavia, basta anche un classico asciugamano da bagno. Stendilo sulla schiena del cane e tamponalo. Non strofinare, perché questo può causare nodi alle razze dal pelo lungo. Ricorda che l’istinto naturale del cane sarà quello di scrollarsi l’acqua di dosso, quindi preparati a qualche schizzo. Qualcuno potrebbe usare l’asciugacapelli. Impostalo a una temperatura bassa o fredda per evitare di bruciarlo. Mai dirigere il phon verso il muso del cane.Acsiugare il cane dopo il bagno

 

            

 

 

Fonte: www.wikihow.it – www.toelettaturacani.weebly.com   

 

Autore dell'articolo: BauAdmin

BauAdmin

Lascia un commento

TOP